| 23 Maggio 2024

Nelle Valli di Lanzo, esempio di sinergia fra B&B e noleggi di bici

La collaborazione è nata spontaneamente tra un bed & breakfast della Alpi Graie e un’attività di noleggio di e-bike (ma non solo) delle Valli di Lanzo, entrambi in un Piemonte sempre più aperto al cicloturismo. Il B&B Ca’d’ambra (si scrive così) è una villa di metà Ottocento gestito da Silvia Losero ed ha aperto i battenti nell’estate 2019, nel piccolo comune di Groscavallo, ad un’ora da Torino. Da pochi mesi Silvia ha voluto implementare la sua struttura con i servizi rivolti ai cicloturisti.

Come è nata l’idea di fornire questi servizi?

Siamo in una collocazione montana per cui abbiamo sempre avuto una doppia valenza, quella del relax e quella del turismo sportivo. Negli anni ci siamo accorti dell’aumento del turismo legato alle e-bike, non tanto per i tour perché siamo in una valle senza sbocchi, ma proprio di persone che, magari soggiornando in valle, ci raggiungevano con le loro bici a pedalata assistita.

Cosa offrite ai pedalatori?

Abbiamo una stanza per il ricovero delle bici e, fuori di essa, una postazione di lavaggio. All’interno c’è un banchetto con strumentazione per piccole riparazioni a disposizione dell’utente. Inoltre offriamo ampia disponibilità di orari, sia per il check-in e check-out, sia per l’esigenza di fare colazione presto. Colazione che da noi da sempre è sostanziosa, con una parte dolce ed una salata con formaggi, affettati, uova e yogurt fatti da produttori locali.

Per i tour organizzati ed il noleggio bici vi appoggiate a KOM Valli di Lanzo: come vi siete conosciuti?

Personalmente sono sempre molto aperta a cercare collaborazioni e Stefano Barra, il titolare di KOM, è molto simile a me. Anche lui ha aperto da poco ed ha cercato subito di trovare dei partner sul territorio. Per cui trovarsi è stato facile: ad esempio mi ha indicato quali utensili predisporre per la piccola officina, mi ha fornito delle mappe con itinerari da proporre ed ha creato un pacchetto di un tour in bici di 4 giorni e 3 pernottamenti, di cui uno, appunto, qui al Ca’d’Ambra.

Area relax in arrivo

Silvia crede molto in questo settore e ci spiega che i lavori presso il b&b proseguono con la realizzazione di un’area relax con idromassaggio. La valle, inoltre, è molto autentica e non ha subito gli effetti di un turismo troppo invasivo (da decenni è un punto di riferimento per chi ama l’arrampicata, grazie al Vallone di Sea). E’ costellata di ville della nobiltà torinese ottocentesca. Una è appartenuta a Giovanni Pastrone, regista di “Cabiria”, uno dei primi kolossal della nostra cinematografia. Poi i borghi di Lities e Vru: nel primo c’è un museo diffuso in cui, grazie a qr-code si possono vedere filmati d’epoca di gente del posto. Nel secondo c’è un presepe meccanico visitabile tutto l’anno.

Ma torniamo alle bici e sentiamo Stefano Barra di KOM Valli di Lanzo.

Stefano, come è iniziata l’avventura di KOM?

Dopo il Covid siamo partiti con un imprinting forte sul noleggio e sulla collaborazione con le strutture ricettive del territorio. Poi sono seguiti i servizi di vendita, manutenzione e, in più, anche una linea di merchandising customizzata per le nostre valli, proprio perché il nostro obiettivo è rendere le Valli di Lanzo (che sono tre, ndr) un po’ più bike-friendly. Ed il lavoro fatto con Silvia si sposa perfettamente con questa strategia: abbiamo creato qualcosa che prima non c’era.

Sei da solo o ti avvali di guide?

Abbiamo varie guide cicloescursionistiche della Regione Piemonte ed abbiamo stretto collaborazioni anche con tour operator del settore, come ad esempio Verticalife con cui abbiamo sviluppato pacchetti di più giorni con soggiorni in strutture di charme come il Ca’d’ambra.

Tecnicamente, com’è il vostro territorio per chi vuole attraversarlo in bici?

Anche se stanno aumentando le gravel, rimane un territorio vocato alla mountain bike, specie se elettrica. Ci sono immediati dislivelli, a volte anche importanti, e la percorrenza è medio-difficile, nel senso che non abbiamo gli sterrati “pettinati” del Trentino. D’altro canto questo contribuisce ad un’ottima soddisfazione nel percorrerlo.

Stefano tiene a concludere il suo contributo dicendo che KOM collabora attivamente con le Amministrazioni pubbliche. Le aiuta ad approfittare di bandi regionali o europei fornendo loro proposte dedicate sopratutto alla promozione della bici come mezzo per scoprire il territorio. Scuola di mtb per ragazzi, manutenzione della bici, alimentazione, preparazione atletica sono alcuni degli argomenti trattati. Un prodotto innovativo che può fungere da esempio, proprio come la collaborazione con il B&B Ca’d’ambra.

B&B Ca’d’ambra

TUTTE LE CATEGORIE DEL MAGAZINE